Category: sprazzi di poesia

Piangono i cavalli

Iliade. Mi ha colpito davvero moltissimo l'immagine di Xanto e Balìo che piangono per Patroclo. E piangono sicuro anche per Achille. Siccome la ri-leggerò per diletto, scegliere il traduttore è importante per salvaguardare la musicalità ma in italiano scorrevole e più possibile attuale per non rendere eccessivamente difficile la lettura e senza disperdere meraviglie. In medio stat virtus. Cercherò un'edizione "scolastica".

The Greeks and the Trojans Fighting over the Body of Patroclus by Antoine Wiertz, 19th Century -fonte wikipedia

E dalla zuffa intanto lontani, i corsieri d’Achille
stavan versando pianto, poi ch’ebber saputo che spento,
d’ Ettore sotto ai colpi, giacea nella polve l’auriga.
Invano Automedonte, di Diore il prode figliuolo,
li andava stimolando, battendo con l’agile sferza,
or con blandizie ad essi volgendosi, ed or con minacce.
Essi, né indietro tornare, su l’ampio Ellesponto, alle navi,
né fra gli Achei tornare volean, dove ardeva la pugna.
Ma, come ferma sta colonna, che sopra una tomba
sorge diritta, d’ un uomo defunto, di donna defunta,
saldi essi stavano, immoto reggendo il bellissimo carro,
figgendo al suol recline le teste; e scorrevano a terra
lagrime calde, dai cigli: per brama del loro signore
piangeano; e s’imbrattava al suolo la folta criniera,

giù dal collare effusa, da un lato e dall’altro del giogo.